Novembre 2013 - La concorrenza sleale è come la truffa

Ennesimo sgradevole tentativo per ingannare i nostri clienti

Spacciarsi come addetti di Asm, quando presumibilmente si sta operando per conto di un'altra Società, per convincere i clienti di Asm a sottoscrivere un altro contratto, è un atto di concorrenza sleale ai limiti della truffa. Ieri pomeriggio l'ultima segnalazione di L.C., una nostra cliente residente a Voghera, che ci ha scritto: "Oggi (12 novembre), alle 15,30 circa, due ragazzi si sono fatti aprire il portone del condominio spacciandosi per addetti Asm. Una volta entrati, proponevano agli inquilini contratti luce e gas di un'altra società spacciandoli come un'iniziativa di Asm verso i clienti più fedeli.

Posso assicurare che il modo di fare e le argomentazioni erano decisamente ingannevoli". Da parte nostra non possiamo che ribadire per l'ennesima volta che Asm non manda nessun addetto presso le abitazioni dei propri clienti, tantomeno per sottoscrivere nuovi contratti del gas e della luce, oltretutto per conto di un'altra Società. Chi opera in questo modo altro non fa che tentare di raggirare i nostri clienti che, in buona fede, a volte cadono nel loro tranello. Chi avesse sottoscritto, con queste modalità, un contratto diverso da quello attuale, può recarsi presso la sede di Asm Vendita e Servizi per avere maggiori spiegazioni ed, eventualmente, disdettare il contratto stesso.